Menu

Sergio Chierici

«E quando arriverai, sarà tremore e luce del mattino.»

Musica

Sergio Chierici è diplomato al Conservatorio in Pianoforte (Adriana Albertini), Organo e composizione organistica (Mario Verdicchio), musica e liturgia (Guido Pasini) e laureato in lettere con tesi in storia della musica (Carolyn Gianturco, Oscar Mischiati), con il massimo dei voti e la lode.
Si è perfezionato con docenti di fama internazionale in numerosi aspetti della teoria e della pratica musicale: tastiere antiche (Emilia Fadini), musica antica per organo (Luigi Ferdinando Tagliavini, Letizia Romiti e altri concertisti internazionali), teoria musicale rinascimentale e barocca (Diego Fratelli), prassi esecutiva vocale pre-barocca (Dirk Snellings), pianoforte (Guido Agosti, Paul Badura-Skoda), tecnica pianistica (Carla Giudici), accompagnamento al pianoforte (Roberto Cognazzo), analisi musicale e altre discipline musicali. E’ stato premiato in concorsi internazionali di pianoforte e composizione.
Compositore, concertista in Italia e all’estero, da solo e in formazioni cameristiche (ad esempio, in duo con Anna Caprioli, e nel progetto Amor Sacro e Amor Profano con Fabiola Formiga), ha svolto e svolge attività come docente di pianoforte, organo e composizione organistica, educazione musicale; attualmente insegna Tecnologie musicali al Liceo Musicale della Spezia. E’ componente della commissione diocesana di musica sacra della Spezia, ispettore onorario per la Soprintendenza di Lucca in merito agli organi storici di Lucca e Massa Carrara, e coordinatore nazionale per la redazione della scheda descrittiva ministeriale SMO-Organi, nonché componente del gruppo ristretto del comitato scientifico di redazione della scheda SM (Strumenti Musicali) presso l’ICCD (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, Mibac, Roma). Viene frequentemente invitato a tenere conferenze e lezioni-concerto di argomento storico musicale e organologico.
Direttore di numerosi cori e ensemble vocali, dirige dal 1996 il gruppo vocale di musica medievale L’EsaEnsemble, da lui fondato, e dal 2011 l’Unione Corale la Spezia, la più antica istituzione corale della città, nata nel 1919. E’ cofondatore e organista del Baschenis Ensemble La Spezia, gruppo vocale-strumentale di musica antica. E’ autore di libri, saggi e articoli di argomento storico-musicale, nonché fondatore e membro del comitato scientifico della rivista Organi Liguri, ed è curatore di una collana di musicologia per la casa editrice Liber Iter. Ha tenuto corsi sulla catalogazione degli organi storici presso l’UNBCE di Roma, la Famio di Pistoia e l’Università degli studi di Pavia – Facoltà di Musicologia di Cremona; quest’ultima gli ha conferito il titolo accademico di “Cultore delle materie di Organologia musicale e di Conservazione e restauro degli strumenti musicali”. Sempre all’Università, ha svolto anche seminari sull’organo portativo; su questo strumento svolge da anni studi specifici, in parte confluiti nel sito web www.portativo.it e in riviste specializzate, in particolare negli articoli su Informazione Organistica. Presso l’etichetta e la casa editrice EMA Vinci (Firenze) ha realizzato oltre 30 produzioni, sia di proprie composizioni (musica contemporanea ed elettronica, musica per organo e organo con voce, lied e canzoni voce e pianoforte, composizioni per pianoforte solo) che di musica antica, in gran parte raccolte sotto l’etichetta Sonus. Le sue composizioni vengono regolarmente eseguite in concerto e sono pubblicate ed eseguite in tutto il mondo. Ha effettuato registrazioni con Tactus, e diverse registrazioni radiofoniche e televisive.

___

Sergio Chierici, musician from Italy.
He graduated from the Conservatory in piano, organ and composition, music and liturgy, he also has a degree in literature with a dissertation on the history of music, with highest honors.
He studied with internationally renowned faculty in many aspects of the theory and practice of music: old music for organ, keyboards ancient (harpsichord, clavichord, fortepiano), Renaissance and Baroque music theory, ancient vocal, piano technique, piano accompaniment, analysis music, etc.. It was awarded in international competitions in piano and composition.
Composer (his compositions are regularly performed in concert and are published and distributed all over the world), concert player in Italy and abroad (also in duo with Anna Caprioli and Fabiola Formiga), teaches piano, organ and composition and music education (music technology); choir director, operations director and professor of organ at the Diocesan School of Sacred Music of La Spezia and member of the diocesan commission of sacred music, honorary inspector for the Superintendent of Lucca on the historic organs of Lucca and Massa Carrara, was the national coordinator for the preparation of the factsheet SMO- member of the Scientific Committee of the editorial board SM (Musical Instruments) at ICCD (Central Institute for Cataloguing and Documentation, Mibac, Rome).
He directs the vocal group of medieval music The EsaEnsemble, the choral Unione Corale La Spezia, founded in 1919, and he is co-founder and organist Baschenis Ensemble in La Spezia, group vocal and instrumental baroque music, and play in many other consorts.
He is the author of books, essays and articles on history-music, as well as founder and member of the scientific journal of the Ligurian organs, and is editor of a series of musicology. He has taught courses on cataloging of historic organs at FamIo – Pistoia and the University of Pavia – Faculty of Musicology in Cremona, who gave him the academic title of “Expert of the subjects Organology music and Conservation musical instruments.” At the university, he also played on the organ portative seminars; on this instrument performs studies for years, partly merged into the web site www.portativo.it.

DISCOGRAFIA

Sleep
Versione per pianoforte solo
Autore: Eric Whitacre (1970)
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: Singolo digitale
©2018 L&C, label Sonus

La prima produzione Sonus – L&C – EMA Vinci edizioni del 2018, la numero 31, è il singolo Sleep: una reinterpretazione per piano solo del noto brano polifonico di Eric Whitacre, che si aggiunge alla serie delle pubblicazioni «intimiste» dell’esecutore.

The first production Sonus – L&C – EMA Vinci editions of 2018, the number 31, is the single Sleep: a piano solo reinterpretation of the famous polyphonic composition by Eric Whitacre, which is added to the series of “intimate” publications by the performer.

1 – Whitacre, Sleep 4:06

Foto di copertina: “Tramonto a Rolleston”, di Sergio Chierici

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

Claudio Monteverdi: Scherzi Musicali

Autore: Claudio Monteverdi
Esecutori: L’EsaEnsemble – Baschenis Ensemble – Sergio Chierici, direzione

Formato: CD
©2018 Tactus

Movie Passion, Vol. 3
Songs from popular soundtracks

Autore: musiche da film arrangiate per pianoforte solo da Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: EP digitale
©2017 L&C, label Sonus

Un terzo volume della raccolta Movie Passion, con elaborazioni di 5 melodie tratte da altrettanti celebri film. Partendo dalle melodie originali, viene realizzata una trasformazione ritmica e armonica delle composizioni, con un adattamento alla timbrica e alle caratteristiche del pianoforte solo, facendo quindi ricorso all’improvvisazione. Il risultato è il richiamo alle atmosfere e alle sensazioni originarie dei film e delle colonne sonore, ma dando al gruppo di brani una luce poetica differente, e una rinnovata unità; in questo caso specifico, poi, si è dato spazio ad un’esecuzione in gran parte di genere improvvisatorio, e a uno stile di natura intimista, anche nel caso di musiche pensate per organici strumentali ampi, come ad esempio il tema di Jurassik Park.

1 – Nuovo Cinema Paradiso (Main Theme) 2:03
2 – Jurassic Park (Main Theme) 3:04
3 – River Flows in You (From “Twilight” videoclip) 2:34
4 – Someday My Prince Will Came (From “Snow White and the Seven Dwarfs”) 2:16
5 – Moon River (From “Breakfast at Tiffany’s”) 2:21

Autori originari:
1 – Ennio Morricone
2 – Yiruma
3 – John William
4 – Frank Churchill
5 – Henry Mancini

Copertina di Sergio Chierici
Grazie a tutti coloro che mi sono stati accanto durante la realizzazione di questo album.

La Rose Complète
Versione per pianoforte solo
Autore: Morten Johannes Lauridsen (1943)
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: Singolo digitale
©2017 L&C, label Sonus

La Rose Complète è la versione per pianoforte solo di un brano originariamente nato per coro a cappella scritto da Morten Lauridsen. Questa versione rientra nel solco dello spettacolo “Amor Sacro e Amor Profano” (con Fabiola Formiga), che rievoca una situazione emotiva e storica del passato, nel segno del racconto simbolico dell’Usignolo e la Rosa. L’andamento lento e sospirato si adatta al contesto artistico generale del programma, così come il caratteristico suono di scuola viennese.

La Rose Complète is the piano solo version of the composition “a cappella” written by Morten Lauridsen, performed at the piano in the wake of the show “Sacred and Profane Love” (with Fabiola Formiga), which evokes an emotional and historical situation of the past, in the name of the symbolic tale “The Nightingale and the Rose”. The slow and sighed pace adapts to the general artistic context of the program, as well as the characteristic of the Viennese school sound.

1 – Lauridsen, La rose complète 4:08

Foto di copertina di Fabiola Formiga

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

Ligurtango Reprise

Autori vari
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: EP digitale
©2017 L&C, label Sonus

Ligurtango Reprise is the sequel of Ligurtango, suite for solo piano composed by Sergio Chierici, and is part of a show organized with dancers Thema Tango (Daniela Lucà & Jean Vinclair, Belgium). It is a succession of original Argentine tangos revised for piano solo, and evoke the spirit of the inhabitants of Liguria, who traveled to Argentina to look for work, and after some years returned to Italy. There is also a classic song from Genua, “Ma se ghe penso”, born to remember this situation.

Ligurtango Reprise fa seguito alla suite Ligurtango per pianoforte solo, composta da Sergio Chierici, ed è parte di uno show realizzato in collaborazione con i danzatori di Thema Tango (Daniela Lucà & Jean Vinclair, Belgio). Si tratta di una successione di tanghi argentini per pianoforte solo, in questo caso di altri autori, che rievocano però lo spirito degli abitanti della Liguria, che viaggiarono in Argentina per cercare lavoro, e che rientrarono dopo alcuni anni in Italia. Il gruppo di brani comprende anche la classica “Ma se ghe penso”, nella versione per pianoforte solo, nata a Genova proprio a ricordo di queste storie di emigrazione dalla Liguria, in questo caso con il ritorno in patria.

THE SHOW – LO SPETTACOLO: http://www.sergiochierici.it/ligurtango/

– Astor Piazzolla, La muerte del angel
– Virgilio Exposito, Naranjo en flor
– Sebastian Piana, Milonga sentimental
– Sebastian Piana, Milonga del 900
– Samuel Castriota, Mi noche triste
– Acho Manzi – Homero Manzi, El ultimo organito
– Angel Villoldo, El Portenito
– Celestino Ferrer, El garron
– Julio Cesar Sanders, Adios Muchachos!
– Mario Cappello – Attilio Margutti – Ma se ghe penso
– Astor Piazzolla, Libertango

Fotografia di Jean Louis Cornez
Grafica di Sergio Chierici

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

Consolation No. 1 per pianoforte S.172
Andante con moto
Autore: Franz Liszt (1811-1886)
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: Singolo digitale
©2017 L&C, label Sonus

La prima delle 6 Consolazioni di Franz Liszt, eseguita al pianoforte nel solco dello spettacolo “Amor Sacro e Amor Profano” (con Fabiola Formiga), che rievoca una situazione emotiva e storica del passato, nel segno del racconto simbolico dell’Usignolo e la Rosa. L’andamento lento e sospirato si adatta al contesto artistico generale del programma, così come il caratteristico suono di scuola viennese.

The first of the six Consolations by Franz Liszt, performed at the piano in the wake of the show “Sacred and Profane Love” (with Fabiola Formiga), which evokes an emotional and historical situation of the past, in the name of the symbolic tale “The Nightingale and the Rose”. The slow and sighed pace adapts to the general artistic context of the program, as well as the characteristic of the Viennese school sound.

1 – Liszt, Consolation n. 1 1:30

Foto di copertina di Fabiola Formiga

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

Foglio d’Album in Sib maggiore
per pianoforte (SC81)

Autore: Giacomo Puccini (1858-1924)
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: Singolo digitale
©2017 L&C, label Sonus

Un raro brano di Giacomo Puccini per pianoforte solo, di dubbia autenticità, composto nel 1907 o nel 1910.

A rare piece of Giacomo Puccini for piano solo, probably spurious, composed in 1907 or in 1910.

1 – Puccini, Foglio d’Album 02:13

Foto di copertina di Fabiola Formiga

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

Ligurtango

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: EP digitale
©2017 L&C, label Sonus

Ligurtango, suite for solo piano composed by Sergio Chierici, is part of a show organized with dancers Thema Tango (Daniela Lucà & Jean Vinclair, Belgium). It is a succession of Argentine tangos, but evoke the spirit of the inhabitants of Liguria, who traveled to Argentina to look for work, and after some years returned to Italy. Music expresses this set of tastes and traditions, and is the description of the route, from departure to return.

La suite Ligurtango per pianoforte solo, composta da Sergio Chierici, è parte di uno show realizzato in collaborazione con i danzatori di Thema Tango (Daniela Lucà & Jean Vinclair, Belgio). Si tratta di una successione di tanghi argentini, che rievocano però lo spirito degli abitanti della Liguria, che viaggiarono in Argentina per cercare lavoro, e che rientrarono dopo alcuni anni in Italia. La musica esprime sia questo insieme di gusti e tradizioni, sia la descrizione del percorso, dalla partenza al ritorno.

THE SHOW – LO SPETTACOLO: http://www.sergiochierici.it/ligurtango/

– Ligurtango: No. 1, Salida 2:58
– Ligurtango: No. 2, Nostalgia 2:47
– Ligurtango: No. 3, Trabajo 3:13
– Ligurtango: No. 4, Soñar 3:01
– Ligurtango: No. 5, Retorno 3:08

Fotografia di Jean Louis Cornez
Grafica di Sergio Chierici

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

Nocturne op.9 No. 2 per pianoforte
Autore: Frédéric Chopin (1810-1849)
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: Singolo digitale
©2017 L&C, label Sonus

Un classico della letteratura pianistica, rivisitato nel contesto e nello spirito dello spettacolo “Amor Sacro e Amor Profano” (con Fabiola Formiga), che rievoca una situazione emotiva e storica del passato, nel segno del racconto simbolico dell’Usignolo e la Rosa. L’andamento lento e sospirato si adatta al contesto artistico generale del programma, così come il caratteristico suono di scuola viennese.

1 – Chopin, Nocturne n. 2 05:08

Copertina di Mariaelena Mariotti

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

ln

LN Sei animali e una coda
per computer e theremin

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici

Formato: Album digitale
©2016 Ema Vinci Records

LN: Sei animali e una coda. Una composizione elettronica d’ambiente che, attraverso collage sonori, interpreta musicalmente lo spirito di sei animali, parallelamente alle raffigurazioni artistiche di Mariaelena Mariotti. Il progetto, oltre all’aspetto musicale, è anche una mostra, una perfomance dal vivo con Theremini e computer e un video.

1 – No. 1, Vulpes vulpes 9:58
2 – No. 2, Felis catus 10:11
3 – No. 3, Papilio machaon 10:06
4 – No. 4, Exocoetus volitans 10:07
5 – No. 5, Grus grus 10:00
6 – No. 6, Cervus elaphus 10:04
7 – No. 7, Coda 3:20

Copertina e opere artistiche di riferimento di Mariaelena Mariotti
Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

movie_passion_ii

Movie Passion, Vol. 2
Songs from popular soundtracks

Autore: musiche da film arrangiate per pianoforte solo da Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: EP digitale
©2016 L&C, label Sonus

Movie Passion, dopo il primo volume, arricchisce la raccolta di melodie tratte da altrettanto celebri film, con un secondo album di cinque brani. Anche in questo caso si parte dalle melodie originali, realizzando una trasformazione ritmica e armonica delle composizioni, con un adattamento alla timbrica e alle caratteristiche del pianoforte solo, facendo quindi ricorso all’improvvisazione. Il risultato è il richiamo alle atmosfere e alle sensazioni originarie dei film e delle colonne sonore, ma dando al gruppo di brani una luce poetica differente, e una rinnovata unità; in questo caso specifico, poi, si è dato spazio ad un’esecuzione in gran parte di genere improvvisatorio, e a uno stile di natura intimista.

1 – Can you feel the Love tonight (From “The Lion King”) 2:41
2 – Breakfast at Tiffany’s (From “Breakfast at Tiffany’s”) 2:12
3 – Kissing You (From “Romeo + Juliet”) 4:48
4 – Once Upon a Time in the West (From “Once Upon a Time in the West”) 3:10
5 – When I fall in love (From “One minute to zero”) 3:21

Autori originari:
1 – Elton John, Tim Rice
2 – Henry Mancini
3 – Des’ree, Tim Atack
4 – Ennio Morricone
5 – Edward Heyman, Victor Young

Copertina di Sergio Chierici
Grazie a tutti coloro che mi sono stati accanto durante la realizzazione di questo album

miti_damore

Miti d’Amore

Autore: musiche di Sergio Chierici; testi di Giordano Forlai
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: CD audio, Album digitale
©2016 L&C, label Sonus

C’è la musica antica, ma c’è anche la canzone d’autore: una sorta di piccola opera in capitoli, realizzata sugli splendidi testi di Giordano Forlai. Miti d’Amore è un album minimalista e fuori dagli schemi, per voce quasi “recitata” e pianoforte, pensato anche come performance di teatro. E’ basato su momenti focali di storie d’amore mitologiche, storiche o letterarie, declinate ai giorni nostri e in ottica maschile: Orfeo, Amore, Antonio, Lancillotto ed altri celebri personaggi mostrano tutta l’intensità dei propri sentimenti, con la presenza di Erato, la musa, e Juno, la Dea madre.

1 – Amor cortese (Lancillotto e Ginevra) 2:17
2 – Un solo bacio (Amore e Psiche) 2:20
3 – Mia (Otello e Desdemona) 4:33
4 – Se tu mi parli ancora (Salomone e Makeda) 3:17
5 – Erato (Piano solo) 0:40
6 – Amore perso (Orfeo e Euridice) 2:48
7 – E adesso (Davide e Betsabea) 2:51
8 – Sorridi (Sansone e Dalila) 3:29
9 – Tra le tue braccia (Antonio e Cleopatra) 3:18
10 – Juno (Piano solo) 0:45

Testi completi (PDF)

Copertina di Rossana Gellini

Registrato e mixato presso lo studio Harmony di Claudio Farina (Massa) e presso ArtisImago (La Spezia)

«Un sincero ringraziamento a Giordano Forlai per i testi bellissimi, a Giuseppe Scali e Marco Cardone per la produzione e distribuzione, a Rossana Gellini per la foto di copertina, a Claudio Farina per la registrazione e il mixaggio, a Elisa Alemanno e Jenni Barani per le strumentali, e a tutte le persone, a cominciare da Anna, che mi hanno sostenuto nella realizzazione di questo disco, per tanto tempo rimandato.»

thougths_170

Thoughts of Love
Cinque songs di John Dowland (1563-1626)

Autore: John Dowland su testi di poeti Elisabettiani (XVI-XVII sec.)
Esecutori: Anna Caprioli, voce; Sergio Chierici, spinetta ottavino
Arrangiamenti ed elaborazione: Sergio Chierici

Formato: Album digitale
©2016 L&C, label Sonus

Dopo la sperimentazione con l’album “O Love, I live and die in thee”, con “Thoughts of love”, “Pensieri d’amore”, prosegue il progetto di ricerca sui brani di John Dowland (1563-1626), affiancato da poeti elisabettiani, quasi sempre anonimi, per i testi. Nel primo album, le melodie composte da Sergio Chierici accompagnate con un moderno pianoforte, rivisitavano i testi antichi in chiave di “song” contemporanea. Il nuovo EP, che completa il progetto realizzato anche in forma di concerto, rilegge le melodie antiche nella loro forma originaria, ma con una sonorità diversa dal consueto: non un consort vocale o la voce accompagnata dal liuto, ma una voce da soprano naturale sostenuta da una spinetta ottavino, strumento a pizzico di piccole dimensioni e su base 4′, adattissimo sia ad accompagnare una voce femminile, sia a sostituire un piccolo liuto.

1 – No. 2, Who Ever Thinks of Hopes of Love (Dowland/Greville) 02:28
2 – No. 5, Can She Excuse My Wrongs 02:43
3 – No. 11, Come Away, Come Sweet Love 01:27
4 – No. 12, Rest Awhile, You Cruel Cares 02:00
5 – No. 6, Now, O Now I Needs Must Part 02:07

Copertina di Stefano Lanzardo
Progetto artistico e grafico di Anna Caprioli e Sergio Chierici
Fotografie di Stefano Lanzardo
L’organo delle immagini è attribuito ad Andrea Ravani (primi decenni del sec. XII) e in deposito al Museo Nazionale di Palazzo Mansi di Lucca

Ringraziamenti: Dott.ssa Antonia d’Aniello
Grazie ai responsabili del Centro Icaro – Licciana Nardi (MS)

www.sergioeanna.it

12_fantasien

Zwölf Fantasien

Autore: Formerly Attributed to George Frideric Handel
Esecutori: Sergio Chierici, orgel

Formato: Album digitale
©2016 L&C, label Sonus

Le dodici fantasie vennero pubblicate nel 1942 da Georg Walter, per le edizioni Hug di Zurigo, con il titolo «Zwölf Fantasien und vier Stücke für Cembalo (Klavier)». Secondo il revisore, le Fantasie proverrebbero da un manoscritto ottocentesco non più esistente; ad eccezione della prima Fantasia in Do maggiore corrispondente alla Sonata in Do HWV 577, gli altri brani sono considerati di dubbia attribuzione, e pertanto non hanno numero di catalogo HWV. La scrittura è comunque vicina a quella degli anni giovanili di Händel, prima del viaggio in Italia, e, forse, del periodo amburghese. Le Fantasie sono eseguite su un organo tedesco Erich Bauer da 8′, costruito da Hans Voglrieder intorno al 1970; l’ultima Fantasia è ripetuta sulla spinetta ottavino 4′ (Roberto Marioni, 2014).

The twelve fantasies were published in 1942 by Georg Walter, for Hug ed. (Zurich), with the title “Zwölf Fantasien und vier Stücke für Cembalo (Klavier)”. According to the editor, the fantasies would come from a nineteenth-century manuscript that no longer exists; except for the first Fantasy in C major Sonata in C corresponding to the HWV 577, the other songs are considered of dubious attribution, and therefore have no catalog number HWV. Writing is still close to that of the early years of Handel, before traveling to Italy, and perhaps the Hamburg period. The Fantasies are performed on a German Erich Bauer 8 ‘ positive organ, built by Hans Voglrieder around 1970; the last Fantasia is repeated on the spinet piccolo 4’ (Roberto Marioni, 2014).

1 – Fantasia No. 1 in C Major 3:56
2 – Fantasia No. 2 in A Minor 3:30
3 – Fantasia No. 3 in C Major 2:43
4 – Fantasia No. 4 in F Major 2:22
5 – Fantasia No. 5 in D Minor 2:03
6 – Fantasia No. 6 in B-Flat Major 2:31
7 – Fantasia No. 7 in E Minor 3:16
8 – Fantasia No. 8 in G Major 2:44
9 – Fantasia No. 9 in A Major 2:56
10 – Fantasia No. 10 in G Major 5:12
11 – Fantasia No. 11 in E Major 2:56
12 – Fantasia No. 12 in C Minor 4:15
13 – Fantasia No. 12, spinetta ottavino in C Minor (Bonus Track) 2:10

Copertina di Mariaelena Mariotti

Grazie ai responsabili del Centro Icaro – Licciana Nardi (MS)

sisma

Sisma
Progressive Electronic (1988)

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici

Formato: Album digitale da nastro originale
©2016 Ema Vinci Records

Sisma è una sorta di Suite realizzata alla fine degli anni ’80, ma pensata qualche anno prima, che oggi potrebbe rientrare nella categoria del “Progressive Electronic” di quel periodo. C’è un misto di musica progressive e sperimentale degli anni ’70-’80, compresa la musica concreta e i “collage” con strumenti e situazioni particolarissime: brani rovesciati, tempi accelerati o rallentati, melodie trattate con un vecchio eco a nastro di cui si sfruttano difetti, una radio a onde corte. Altri brani sono invece puramente elettronici e dal sapore “pop” anni ’80, con qualche breve incursione nell’improvvisazione jazz. L’insieme era volutamente minimalista, e sono state mantenute le due tracce per salvaguardare l’unità di “lato a” e “lato b”, in un’epoca in cui ancora dominavano le audiocassette e i vinili. La registrazione è citata nel materiale del progetto “La città in musica“, proposto dal Comune della Spezia.

1 No. 1, Lato A 24:00
2 No. 2, Lato B 24:01

Copertina di Sergio Chierici
Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago e presso gli studi di EMA Service di Marco Cardone e Giuseppe Scali

quadliparmiut

Quadliparmiut
Composizione Numerica (1999)

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici

Formato: Single digitale
©2016 Ema Vinci Records

Quadliparmiut
E’ l’elisio degli Eschimesi,
Il paese dei beati,
Dove non fa mai freddo
E dove c’è abbondanza
Di renne grasse.
Prima di potervi entrare,
L’anima deve fare
Un anno di anticamera
Nel regno di Sedna,
Padrona degli Inferi.
La musica
Rappresenta
Questo viaggio.
[Liberamente, da A.Morelli, Dei e Miti]

TRACCIA 1: REGNO DI SEDNA
sgomento
sconcerto vento e calore
voci?
chi grida?
ululato
Sssss… spari
TrazoM
una musica
cosa ricorda? fuori
f u o r i
f u o r i
non più rumore………….. che cosa?

TRACCIA 2: PASSAGGIO
Un solo suono che aleggia e mare e vento
e quali strani esseri
laggiù un varco un sentiero una breve e tortuosa salita
caduta nel nulla

TRACCIA 3: QUADLIPARMIUT, IL MOTORE IMMOBILE
deve essere il Luogo

ora capisco le renne
il caldo
la vita

1 – Regno di Sedna 4:03
2 – Passaggio 1:19
3 – Il motore immobile 2:48

Copertina di Sergio Chierici

evolvere2

Evolvere²
Composizione Numerica (2011)
percorso tortuoso alla ricerca d’amore

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, programmazione e Theremini

Formato: Single digitale
©2016 Ema Vinci Records

evòlvere v. tr. [dal lat. evolvĕre, comp. di e-1 e volvĕre «rotolare, volgere»]

1. non com. Svolgere, sviluppare; raro nella forma attiva e nel sign. proprio
2. rifl. e intr. pron.
a. letter. Svolgersi, procedere, anche con uso sostantivato
b. Più com., trasformarsi gradualmente verso forme naturali, culturali o spirituali più progredite

[Liberamente dal Vocabolario Treccani della lingua italiana]

EVOL-LOVE
………Vere
…………crescere, svilupparsi, procedere, trasformarsi da e verso l’amore
……………………per capire quale e come sia il Vero Amore

1 – Evolvere² 7:30

Copertina di Sergio Chierici

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

danse_de_la_joie

Dance de la joie

Autore: Danze antiche di origine francese e anglosassone per voci e accompagnamento d’organo, con testi in francese
Esecutori: L’EsaEnsemble, sestetto vocale; dir. e organo Sergio Chierici

Formato: EP digitale
©2016 L&C, label Sonus

Nella tradizione concertistica dell’EsaEnsemble ci sono da sempre le elaborazioni polifoniche di brani di danza antichi. Il primo brano, presente tradizionalmente con più titoli, si basa su un’antica melodia ed è elaborato in forma polifonica in un manoscritto inglese di fine ‘600: il gruppo trasforma le note degli strumenti in sillabe, realizzando una versione del brano divertente e originale. Gli altri quattro brani sono invece tratti dalle raccolte di musica per danza di Pierre Attagnant, degli inizi del ‘500: anche in questo caso, i brani originariamente strumentali vengono trasformati con testi tratti per lo più da altri brani delle raccolte stesse, mentre per il Tourdion è stato utilizzato il testo tradizionale “Quand je bois du vin clairet”, in una versione che, più che la consueta rievocazione della “taverna”, punta invece di più sulla musica per danza e sulla capacità del vino di annebbiare delicatamente i sensi.

Ms. Playford 1690:
1. Argiers, or The Wedding-Night 1:57

Raccolte di Pierre Attaignant (1530):
2. Branle double 1:21
3. Branle de haute barrois 1:32
4. Branle 1:36
5. Tourdion 2:10

L’EsaEnsemble
Annalisa Brunetti
Anna Caprioli
Lucia Caprioli
Alessandra Masseria
Ivana Menichini

Sergio Chierici: organo e direzione

Copertina di Ivana Menichini

barcarola

Barcarola op. 23

Autore: Luigi Cortese (1899-1976)
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: Singolo digitale
©2016 L&C, label Sonus

La Barcarola op.23 per pianoforte solo è un breve pezzo scritto nella prima metà del XX secolo. Luigi Cortese (o Louis Cortese, quando si trasferì in Francia), da Genova, è stato un grande pianista e compositore, e un grande insegnante. Sergio Chierici è il primo laureato in pianoforte di Adriana Albertini, che era studente di Luigi Cortese; Cortese ha avuto come maestro il grande Alfredo Casella, ed è stato ispirato dalla scuola italiana e francese.

The Barcarola op. 23 for piano solo is a short piece written in the first half of the XX century. Luigi Cortese (or Louis Cortese, when he transfered in France), from Genua, was a great pianist and compositor, and a big teacher. Sergio Chierici is the first graduate in pianoforte of Adriana Albertini, who was a student of Luigi Cortese; Cortese had as a teacher the great Alfredo Casella, and was inspired by italian and french school.

1 – Barcarola in C Major, Op. 23 4:03

Copertina da un dipinto di Claudia Piano

Registrato e mixato da Sergio Chierici presso ArtisImago

movie_passion_1

Movie Passion, Vol. 1
Songs from popular soundtracks

Autore: musiche da film arrangiate per pianoforte solo da Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: EP digitale
©2015 EMA Vinci

Movie Passion è il primo volume di una raccolta di celebri melodie tratte da altrettanto celebri film. Partendo dalle musiche originali, si è realizzata una trasformazione ritmica e armonica delle composizioni, con un adattamento alla timbrica e alle caratteristiche del pianoforte solo, facendo quindi ricorso all’improvvisazione. Il risultato è il richiamo alle atmosfere e alle sensazioni originarie dei film e delle colonne sonore, ma dando al gruppo di brani una luce poetica differente, e una rinnovata unità.

1 – Guaranteed (From “Into the Wild”) 4:07
2 – Once Upon a Time in America (From “Once Upon a Time in America”) 2:39
3 – Streets of Philadelphia (From “Philadelphia”) 3:38
4 – Against All Odds (Take a Look at Me Now) [From “Against All Odds”] 4:48
5 – Smile (From “Modern Times”)

Autori originari:
1 – Eddie Vedder
2 – Ennio Morricone
3 – Bruce Springsteen
4 – Phil Collins
5 – Charlie Chaplin

Copertina di Sergio Chierici da un’idea di Sara Piastri

bagatelle

Bagatelle (1986)

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: Album digitale
©2015 EMA Vinci

Le Bagatelle sono una raccolta di 7 pezzi per pianoforte solo composte nel 1986, ispirate originariamente sia dall’omonima raccolta di Béla Bartók, sia in generale dalla scrittura pianistica sostanzialmente tonale, ma dissonante e lontana dai principi armonici classici, dei primi del ‘900. Concepite come piccoli frammenti separati, le Bagatelle richiamano ritmi e melodie popolari, pur essendo di invenzione totalmente nuova.

1 – I. Preludio 2:29
2 – II. Ostinato 0:27
3 – III. Danza 2:07
4 – IV. Corale 1:14
5 – V. Siciliana 1:23
6 – VI. Canone 0:46
7 – VII. Finale 1:38

Copertina di Sergio Chierici

suite

Suite (1981)

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: EP digitale
©2015 EMA Vinci

La Suite per pianoforte risale al 1981 ed ha una doppia fonte di ispirazione: da una parte, le Suite della tradizione sei-settecentesca, comprese la successione di danze e la scrittura contrappuntistica; dall’altra, la ripresa della tradizione classica da parte di molti compositori pianistici del Novecento, a cominciare dalla Suite Française op. 29 di Luigi Cortese del 1951. Si tratta di un’opera giovanile, che però ha in sé il germe del rapporto tra antico e moderno, presente in tutta la produzione successiva di Sergio Chierici.

1 – Preludio 1:13
2 – Invenzione 1:02
3 – Gavotta 0:50
4 – Sarabanda 1:32
5 – Giga 0:58

Copertina di Sergio Chierici

i_saw_3_ships

I Saw Three Ships
Five Christmas Carols

Autore: Carols tradizionali arrangiate per voce e pianoforte da Sergio Chierici
Esecutori: Anna Caprioli, voce; Sergio Chierici, pianoforte, voce

Formato: EP digitale
©2014 EMA Vinci

I Saw Three Ships prende spunto da Carols natalizie tradizionali anglosassoni, che vengono rielaborate in una versione a voci e pianoforte: la melodia principale rimane più o meno immutata, mentre cambiano ritmi, armonizzazioni

1 – Away in a Manger 2:12
2 – I Saw Three Ships 1:53
3 – The First Nowell 1:52
4 – Little Town of Bethlehem 2:11
5 – Silent Night 2:21
6 – I Saw Three Ships (Reprise) 1:58

Copertina di Stefano Lanzardo

Autori delle carols originarie:
1. William J. Kirkpatrick (1838-1921)
2/6. trad. XVI secolo
3. trad. XVI secolo
4. Sir Henry Walford Davies (1869–1941), Phillips Brooks (1835-1893)
5. Franz Xaver Gruber (1787-1863), Joseph Mohr (1792–1848)

Traccia 6: Luca Bresciani, percussioni
Progetto artistico e grafico di Anna Caprioli e Sergio Chierici
Registrato e mixato da Luca Bresciani – Louis Studio -Ponzano Magra (SP) – bresciani67@libero.it
Fotografie di Stefano Lanzardo www.stefanolanzardo.it
Videoclip di Valerio Cecchi, Studio 2 International – Terrarossa (MS) cecchivalerio@gmail.com
Produzione: EMA Vinci – Giuseppe Scali, Marco Cardone

Si ringrazia la Presidenza e la Direzione artistica del Circolo
Ufficiali M.M. “Vittorio Veneto” – La Spezia

www.sergioeanna.it

partite_diatoniche

Partite Diatoniche

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte

Formato: Singolo digitale
©2014 EMA Vinci

Le Partite Diatoniche, variazioni su un tema originale, sono nate nel 1996 per l’inaugurazione di un organo storico a trasmissione meccanica accordato in tono medio: da qui, l’idea di impiegare esclusivamente i tasti diatonici per tutta la composizione, ad eccezione dell’ultimo accordo. La composizione è presente nell’album Suoni nel vento dei ricordi, eseguita su un organo a tre manuali; si è però voluta fissare in una registrazione anche la versione per pianoforte solo, eseguita anche durante in concerti pianistici. La disponibilità di un unico timbro principale, con la possibilità di variare i colori in modo differente rispetto all’organo, e le caratteristiche espressive e tecniche del pianoforte, cambiano in gran parte la natura del brano.

1 – Partite diatoniche 5:02

Copertina di Sergio Chierici da una fotografia di Giada Otten

cantigas_de_santa_maria

Cantigas de Santa Maria

Autore: Brani dalle Cantigas de Santa Maria e Fiestas de Nostro Señor (XIII sec.), elaborate da Sergio Chierici e trascritte da Sergio Chierici ed Enrico Bardellini
Esecutori: L’EsaEnsemble, sestetto vocale; strumentisti: Baschenis Ensemble, Enrico Bardellini; dir. Sergio Chierici

Formato: Album digitale (live album)
©2014 EMA Vinci

La raccolta di alcune esecuzioni dal vivo delle Cantigas de Santa Maria, con testo mariano, e delle Fiestas de Nostro Señor, realizzate nel corso degli anni e in occasioni diverse dal Sestetto vocale L’EsaEnsemble, fondato e diretto da Sergio Chierici, e accompagnato dagli strumenti antichi. I brani vocali sono inframezzati da interventi strumentali.

1 – Madre de Deus 1:28
2 – Como Pademos a Deo Gradaçer 2:16
3 – Como Poden Per Sas Culpas 2:25
4 – Par Deus, Muit’a Gran Vertude 0:57
5 – Rosa das Rosas 2:52
6 – Santa Maria Strela do Dia 1:01
7 – O Que a Santa Maria 1:32
8 – Des Oge Mais Quer’eu Trobar 3:34
9 – Alegria 1:19
10 – Madre de Deus, No. 2 2:10

Copertina di Giuseppe Scali

o_live_i_live_and_die_in_thee

O Love, I Live and Die in Thee

Autore: Sergio Chierici su testi di songs di John Dowland
Esecutori: Anna Caprioli, voce; Sergio Chierici, pianoforte, cembalo

Formato: CD audio, Album digitale
©2014 EMA Vinci

Anonimi poeti inglesi del XVII hanno redatto i testi delle “songs and ayres” di John Dowland (1563-1626), musicista inglese di fama europea. Sono testi d’amore, felice o tormentato, che hanno sconfitto il tempo tra diverse generazioni di musicisti fino ai nostri giorni, grazie al loro messaggio universale, e ad una versificazione fortemente espressiva e melodica. Il concerto di Anna Caprioli (canto) e Sergio Chierici (strumenti da tasto) ci propone due diverse interpretazioni di questi testi d’amore. La prima è quella “antica”, con le musiche originali scritte da John Dowland giunte fino a noi. La seconda è una versione “moderna”, con i testi che ispirarono Dowland, e che sono reinterpretate in forma di canzone con musiche originali di Sergio Chierici per voce e pianoforte. Un omaggio alla canzone d’amore, in grado di sfidare il tempo: “O Love, I live and die in thee”.

1 – Would My Conceit (piano solo) 2:11
2 – Dear if you Change 2:28
3 – Burst Forth My Tears 2:23
4 – Come Heavy Sleep 2:32
5 – Away (piano solo) 1:55
6 – If My Complaints 2:21
7 – Go Crystal Tears 1:37
8 – Awake Sweet Love 1:55
9 – Would My Conceit (Cembalo Solo Version) 2:00
10 – Come Again 2:23 (di John Dowland)

Testi e traduzione (PDF)

Copertina di Stefano Lanzardo
Progetto artistico e grafico di Anna Caprioli e Sergio Chierici
Fotografie di Stefano Lanzardo
L’organo delle immagini è attribuito ad Andrea Ravani (primi decenni del sec. XII) e in deposito al Museo Nazionale di Palazzo Mansi di Lucca
Registrato e mixato presso gli studi di EMA Service da Marco Cardone e Giuseppe Scali

Ringraziamenti: Dott.ssa Antonia d’Aniello

www.sergioeanna.it

natale_il_tempo_dei_ricordi

Natale: il tempo dei ricordi
Ispirato a “Il patto col fantasma” di Charles Dickens

Autore: musiche di Sergio Chierici, testi di Sergio Chierici e Sara Piastri
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte, voce; Sara Piastri, voce

Formato: CD audio, Album digitale
©2013 EMA Vinci

Londra, Ottocento, manca poco al Natale. Il chimico Redlaw vive solo ed è assorto nei suoi pensieri oscuri: l’amore perduto, la sorella scomparsa, gli errori commessi, i sensi di colpa. Gli appare un fantasma, del tutto simile a lui, e gli propone un patto: può dimenticare il passato, e farlo dimenticare a chiunque incontri, con la sua sola presenza. Redlaw tentenna, ma poi accetta per poter cancellare dalla memoria il suo male, e la consapevolezza del suo potere lo pone davanti alla sua coscienza, con la quale intreccia i pensieri come in una danza vorticosa e disperata. Incontra nelle strade cupe di Londra prossima al Natale tanti personaggi ai quali fa perdere a memoria. Sono pochi quelli che resistono: uno è un bambino che vive solitario, senza nome, casa e affetti e che è privo di memoria per la sua stessa triste condizione. C’è una sola persona, però, che si prende cura di lui, e che è talmente buona da riuscire a resistere al potere di Redlaw: è la sua amica Milly.

Milly Swidger è l’amore puro, disinteressato, ed è anche gioia di vivere, cura degli altri, dolcezza dei gesti, semplicità di cuore. Nel visitare i suoi conoscenti con Milly, Redlaw si accorge che il suo potere è ancora tremendamente forte, ma che la presenza di lei riesce a sovvertire ogni cosa: i coniugi Tetterby, ad esempio, prima si odiano perché dimenticano ciò che li unisce, e poi la memoria li fa tornare nuovamente in pace e concordia. Redlaw incontra anche il signor Langford, che fu suo amico ma che gli fece un torto: il rimorso lo portò quasi al suicidio, se non fosse stato per le mani benedette di Milly che lo hanno fermato. Milly chiede a Redlaw di perdonarlo, lui non sa perché dal momento che non ricorda, ma si fida di lei, e lo perdona. Redlaw capisce così quanto sia importante il ricordo, anche se triste e negativo, e vorrebbe la revoca del suo potere: a lui, però non è concesso ritrovare la memoria. Ma Milly, accanto al marito William Swidger, gli racconta la storia del suo bimbo che non respirò mai il soffio della vita, dell’amore costante per lui in tanti anni, dei regali da lui donati, del momento tanto atteso in cui potrà incontrarlo in cielo e sentirsi chiamare, finalmente, mamma. Questa manifestazione di amore puro, nonostante la tragicità del ricordo, fa tornare la memoria a Redlaw, fa sparire il fantasma, e fa passare un Natale felice a tutti: una grande e festosa tavolata riempie la casa degli Swidger, insieme ad ombre danzanti con gioia, e lo sguardo vigile degli antenati.

1 – Memoria d’amore 1:47
2 – Tempo di Natale 1:56
3 – Dimentica 3:46
4 – Memoria tormentata 2:30
5 – Senza ricordi 3:08
6 – Milly 2:24
7 – Non più, per sempre 2:41
8 – Memoria e perdono 4:18
9 – Figlio mio 3:25
10 – Festa e memoria 3:14
11 – Silent Night 2:22 (Gruber-Mohr)

Testi completi

Copertina di Stefano Lanzardo

Musiche originali e arrangiamenti di Sergio Chierici
Progetto artistico e grafico Open Eyes
Registrato e mixato presso gli studi di EMA Service da Marco Cardone e Giuseppe Scali
Fotografie di Stefano Lanzardo
Si ringrazia il Comune di S. Stefano Magra

ad_occhi_aperti

Ad occhi aperti

Autore: musiche di Sergio Chierici, testi di Giordano Forlai, poesie di Sergio Chierici e Sara Piastri
Esecutori: Sergio Chierici, pianoforte, voce; Sara Piastri, voce

Formato: CD audio, Album digitale
©2013 EMA Vinci

Open eyes
…solo ad occhi aperti siamo davvero capaci di sognare…

sognare sulla scia dell’onda del mare…
o sulla fiamma ardente di un fuoco acceso?

sognare calpestando terra fertile…
o sul vuoto d’aria di questo cielo?

acqua, fuoco, terra e cielo…
opposti, contrari, diversi, contrastanti…
ma completi nella loro opposizione…

dove l’acqua spegne il fuoco…
e dove il fuoco la riscalda…

dove il cielo protegge la terra e…
dove la terra lo sorregge…

…e sulle note di un pianoforte
si innazano voci che cantano
rilegate di poesia e frammenti d’arte…

1 – Cercando l’amore 3:20
2 – Parlami di te 3:28
3 – Buongiorno dolore 1:09
4 – Non andare 3:50
5 – In verità 4:08
6 – L’angelo dell’amore 3:34
7 – Non so che ora è 3:05
8 – Occhi 1:32
9 – Solo così 3:07
10 – Il Pianista e la cantante 3:56

Testi completi

Copertina di Stefano Lanzardo

Musiche originali e arrangiamenti di Sergio Chierici
Testi di Giordano Forlai
Poesie di Sergio Chierici e Sara Piastri
Registrato e mixato presso gli studi di EMA Service da Marco Cardone e Giuseppe Scali
Fotografie dell’album e fotografia artistica Stefano Lanzardo
Grazie al Circolo Ufficiali M.M. della Spezia

A tutti coloro che sono ancora capaci di sognare

suoni_nel_vento_dei_ricordi

Suoni nel vento dei ricordi
Composizioni per organo 1993-2008

Autore: Sergio Chierici
Esecutori: Sergio Chierici, organo; Patrizia Durando, soprano (mottetti)

Formato: CD audio, Album digitale
©2012 EMA Vinci

Con questa raccolta, si è voluto fermare il ricordo di alcune composizioni per organo nate per esigenze di natura concreta: la loro genesi è infatti legata all’inserimento in programmi concertistici di musica corale, o di musica per organo solista, antica o più recente. La scrittura, quindi, risulta in qualche modo associata al ricordo di singole circostanze ed occasioni di musica suonata, di particolari suoni ed ambienti, del contesto delle altre composizioni eseguite, della differente natura del pubblico presente ai concerti.
Le composizioni sono però accomunate da alcuni elementi, che fanno parte di un percorso stilistico abbastanza coerente, che si andò definendo agli inizi degli anni ’90 con l’elaborazione di alcuni mottetti per voce e organo, una selezione dei quali è presentata nella raccolta, proprio per la loro funzione di archetipi. Innanzi tutto, le melodie, le armonizzazioni e la struttura generale nascono dalla trasposizione sonora di una forte carica emotiva, che si esprime attraverso elementi di tensione, alternati ad altri momenti di riposo, formalmente di impianto più tradizionale (cadenze, melodie piane o diatoniche, consonanze). Il richiamo stilistico è facilmente individuabile in certe espressioni del Novecento musicale, ma integrati spesso a procedimenti e accostamenti di suoni propri della musica antica, rendendo i brani adattabili ai diversi repertori eseguiti, pur con una specifica individualità. Una musica costituita da frammenti brevi ma compiuti, con un linguaggio capace di arrivare al pubblico, e di coinvolgerlo emotivamente.

Dai tre Mottetti per voce e organo del 1992 (Ave Maria, Veni Creator Spiritus e Da pacem Domine), nei quali l’elaborazione di questo specifico stile iniziò a prendere forma, traendo spunto dagli incipit delle singole melodie gregoriane, si passa alla composizione Da pacem Domine (1993), nata originariamente per essere inserita in un programma da concerto solistico su un organo ceciliano. Qui la melodia gregoriana viene elaborata in brevi sezioni, ciascuna con una specifica personalità stilistica e sonora, e con la compresenza di dissonanze forti e di tecniche mutuate dall’antichità (canoni retrogradi e inversi, talea e color, scomposizione ed elaborazione della melodia in diverse tessiture, madrigalismi legati al significato del testo).

Victimae Paschali (1996) è nata originariamente come composizione per coro e organo a sezioni brevi, ispirata ad alcuni drammi liturgici di autori ceciliani che venivano eseguiti contestualmente in concerto, e ispirandosi alla sequenza gregoriana; in altre occasioni, il brano veniva eseguito come intermezzo per organo solo, tra un tempo e l’altro di esibizioni corali, in presenza di strumenti storici o da concerto. Le Partite Diatoniche, variazioni su un tema originale, nascono nello stesso anno per l’inaugurazione di un organo storico a trasmissione meccanica accordato in tono medio: da qui, l’idea di impiegare esclusivamente i tasti diatonici per tutta la composizione, ad eccezione dell’ultimo accordo. Per la brillantezza e per la possibilità di variare i colori, pur nella semplicità dell’insieme, la composizione è stata presentata in più occasioni concertistiche, quasi sempre utilizzando strumenti storici.

Due composizioni dallo stile più classico, declamato e retorico sono invece Puer Natus (1996) e “Angels, from the realms of glory” (1997), in entrambi i casi variazioni su temi natalizi, da eseguirsi durante i concerti di fine anno, organistici e corali. Più recente, ma impostato sul medesimo linguaggio, è il Ricercare sul nome “Valle di Cadore”, composto ed eseguito per la prima volta in occasione di un concerto all’organo Callido di Valle di Cadore (2008): l’intero brano sviluppa due micro-temi nati dalla trasposizione in musica delle parole «Valle» e «Cadore».

Queste alcune brevi annotazioni di carattere tecnico; tuttavia, quello che qui non si può dire a parole, e che si spera di essere riusciti a trasmettere con l’esecuzione, è la forte carica emotiva di questi brani, ciascuno dei quali è legato a volti, persone, pensieri, sentimenti, luoghi, strumenti, sonorità, che non possono fare a meno di tornare in vita durante ogni esecuzione, e che in qualche modo fanno parte integrante delle musiche stesse.

TESTI

DA PACEM DOMINE
Da pacem Domine in diebus nostris
quia non est alius qui pugnet pro nobis
nisi Tu, Deus Pater noster

VENI CREATOR SPIRITUS
Veni Creator Spiritus
Mentes Tuorum Visita
Imple Superna Gratia
Quae Tu Creasti Pectora
Amen

AVE MARIA
Ave Maria
Gratia Plena
Dominus Tecum
Benedicta Tu in mulieribus
Et Benedictus Fructus Ventris Tui
Jesus Christus
Sancta Maria
Mater Dei
Ora pro nobis peccatoribus
Nunc et in hora
Mortis nostrae
Amen

Organo solo
1 – Da Pacem Domine (1993) 7:44
2 – Victimae Paschali (1996) 9:27
3 – Partite Diatoniche (1996) 5:41
4 – Puer Natus (1996) 6:21
5 – Variazioni su “Angels, from the realms of glory” (1997) 6:57
6 – Ricercare sul nome “Valle di Cadore” (2008) 5:55

Mottetti per voce e organo
7 – Ave Maria 3:13 (Patrizia Durando, soprano)
8 – Veni Creator Spiritus (Patrizia Durando, soprano) 1:56
9 – Da Pacem Domine (1992) (Patrizia Durando, soprano) 1:35

Copertina di Giada Otten

Registrato da Marco Cardone il 7 marzo 2011 all’Organo Chichi di Sovigliana (Firenze), Parrocchia di S. Bartolomeo, 2007, op. 200, tre manuali meccanico

Mixaggio, masterizzazione, grafica a cura di Giuseppe Scali

Ringraziamenti: Anna Caprioli, Luciano Chichi, Parrocchia di Sovigliana (don Sesto Pieroni)

llibre_vermell

Llibre Vermell

Autore: Brani dal Llibre Vermell de Montserrat (XIV sec.), elaborati da Sergio Chierici
Esecutori: L’EsaEnsemble, sestetto vocale; strumentisti: Baschenis Ensemble, Enrico Bardellini; dir. Sergio Chierici

Formato: Album digitale (live album)
©2011 EMA Vinci

La raccolta di alcune esecuzioni dal vivo di tutti i brani vocali contenuti nel Llibre Vermell de Montserrat, realizzate nel corso degli anni e in occasioni diverse dal Sestetto vocale L’EsaEnsemble, fondato e diretto da Sergio Chierici, e accompagnato dagli strumenti antichi. I brani vocali sono inframezzati da interventi strumentali.

1 – O Virgo Splendens 4:17
2 – Stella Splendens 4:16
3 – Laudemus Virginem / Spendens Ceptigera 2:20
4 – Los Sept Gotxs 3:58
5 – Cuncti Simus Concanentes 2:27
6 – Lamento di Tristano + Saltarello 4:25
7 – Polorum Regina 2:51
8 – Mariam Matrem Virginem 4:21
9 – Inperayritz 3:14
10 – Ad Mortem Festinamus 4:02

Copertina di Ivana Menichini

o_tidings_of_comfort_and_joy

O Tidings of Comfort and Joy

Autore: Carols tradizionali natalizie inglesi e americane armonizzate da Sergio Chierici
Esecutori: L’EsaEnsemble, dir. Sergio Chierici

Formato: CD audio, Album digitale
©1998 EMA Vinci

1 – O Come, All Ye Faithfull 3:02
2 – Good King Venceslas 1:40
3 – I Saw Three Ships 2:00
4 – The Covenrty Carol 1:48
5 – We Wish You a Merry Christmas 1:08
6 – The First Nowell 2:32
7 – God Rest Ye, Merry, Gentlemen 1:54
8 – Joy to the World 1:25
9 – O Come, O Come Emmanuel 2:04
10 – Hark! the Herald Angels Sing 1:53
11 – Masters in This Hall 2:24
12 – Patapan 1:02
13 – The Holly and the Ivy 3:14
14 – Once in Roval David’s City 2:52
15 – Deck the Halls 1:10
16 – Silent Night 2:52

Copertina di Ivana Menichini

breake_of_day

Breake of Day

Autore: musiche di Sergio Chierici su testi di John Donne (1572-1631)
Esecutori: Synchronicity3 (Sergio Chierici, voce e tastiere; Marco Scala, Basso; Massimo Brunetti, batteria); vocals: Sara Piastri, Anna Caprioli

Formato: Album digitale
©2012 EMA Vinci

Da un trio che ridefinisce il modo di omaggiare il gruppo inglese dei Police, una nuova idea di canzone che sfrutta una delle fonti letterarie dei testi di Sting: le poesie seicentesche di John Donne.

1 Breake of Day 3:23
2 Song (Soul’s Joy) 4:13
3 Negative Love 3:19
4 The Token 3:21
5 The Apparition 2:58
6 The Triple Foole 3:38
7 Loves Alchymie 4:10
8 Fain’d Vestall 3:00 (Instrumental)
9 Breake of Day (Acoustic Version) 3:14

Testi completi

Synchronicity3
Sergio Chierici: lead vocal, Roland AX-Synth
Marco Scala: bass
Massimo Brunetti: drums
Anna Caprioli, Sara Piastri: backing vocals
Lyrics: John Donne (1572-1631)
Original music by Sergio Chierici
Produced by Ema Vinci
Recorded at Ema Service studio
(except drums in Fain’d vestall recorded in Rock Tribe La Spezia)
Sound Engineer: Marco Cardone
Front cover photography: Studio Billy
Graphic design: Michela Mori

Many thanks: to Anne More and all the muses; to Edoardo Billi, Roberto Billi, Leonardo Maniscalco, Nicola Naseddu; to all the musicians that played with us and enriched our body of music; to our best friend Nicola Mioli. Special thanks to Gordon, Andy & Stewart.

Alcune composizioni edite non presenti nella discografia:

– “Ad te levavi oculos meos”, per organo, Firenze, EMA Vinci
– “Dies Sanctificatus”, per coro, Firenze, EMA Vinci
– “Is, la città sommersa”, per 5 flauti (2 traversi e 3 dolci opp. ocarine) e triangolo, Salerno, Setticlavio
ecc.

Non sono elencate le partecipazioni in CD di altri autori, con diverse funzioni (organista, pianista, direttore di coro, direttore di produzione, ecc.), facilmente reperibili dalla rete.